banner ginevra palais des nations

Due giovani di N. H. al Corso estivo sui Diritti Umani del College Universitaire Henry Durant 2Ci sono anche due giovani collaboratori di New Humanity tra i partecipanti alla 19esima edizione del Corso estivo promosso dal Collège universitaire Henry Dunant. Titolo di questa XIXesima edizione: "Preparare il post-2015: uno sviluppo basato sui Diritti Umani".
Chiamati a riflettere dal 9 al 13 settembre a Ginevra sul futuro dei Diritti Umani, per i nostri giovani rappresentanti l’evento è stata un’occasione unica per ampliare le proprie prospettive ed offire un contributo attivo.

É stato appassionante vedere concretamente come si articolano procedimenti e istituzioni volti ad assicurare la tutela dei diritti umani” ci ha raccontato Federica Chiaro, specializzanda in Relazioni Internazionali.
“Le tematiche che abbiamo approfondito – ha continuato - hanno dimostrato come i diritti umani siano la sfida della modernità, e come le necessità legate al loro rispetto e alla loro promozione si coniughino perfettamente con il concetto di "sviluppo".”

Due giovani di N. H. al Corso estivo sui Diritti Umani del College Universitaire Henry Durant 4Anche Tomaso Comazzi, al secondo anno di specialistica in Studi Europei, si è detto molto soddisfatto: “Sono rimasto specialmente colpito dal grande lavoro che New Humanity e tante altre ONG portano avanti affinché dal 2015 la comunità internazionale abbandoni un approccio di mera soddisfazione di bisogni e riconosca invece alla grande famiglia umana la titolarità di un gran numero di diritti inalienabili. È un grande passo in avanti!”

Il corso si è articolato su due moduli. Il primo si è svolto nel mese di luglio attraverso un insegnamento a distanza. Il secondo ha invece avuto luogo dal 9 al 13 settembre a Ginevra. I corsi interattivi si sono svolti presso varie Orgnanizzazioni e Isitituzioni internazionali e nazionali. Inoltre, i 16 partecipanti di 9 nazioni diverse, hanno avuto modo di seguire alcune riunioni del Consiglio dei Diritti Umani al Palazzo delle Nazioni e l’evento parallelo sul post-2015 organizzato da New Humanity ed altre ONG.

In effetti valore aggiunto dell'esperienza sta sicuramente nelle persone che ci hanno fatto compagnia” ha ricordato Federica. “Il nostro essere così diversi ci ha insegnato a cercare soluzioni che, benché nate da sensibilità diverse e riferite a prospettive variegate, rispettassero un progetto comune.”
Torno ora arricchito da tanti nuovi strumenti per leggere la realtà e trovare le risposte alle ineguaglianze planetarie – ha concluso Tomaso - e questo è molto importante sia sul piano personale che in relazione al contributo che potrò offrire a New Humanity."

  • Simple Item 3
  • Simple Item 4
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Contatti

contatti Scrivici

Trovi qui i nostri contatti

sitemapMappa del sito

vedi la struttura del sito per trovare quello che cerchi

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.