banner ginevra palais des nations

NHs input to Dandan 2A nome di New Humanity, la professoressa Maria Esther Salamanca Aguado ed il professor Davide Bilardi hanno offerto alla dott.ssa Virginia Dandan, esperto indipendente per i Diritti Umani e la Solidarietà Internazionale, alcuni input in merito alla creazione di un Diritto alla Solidarietà Internazionale da inserirsi in una bozza di Dichiarazione ONU. L'incontro si è svolto il 16 giugno 2015, presso la sala XXIII del Palazzo delle Nazioni.

pdf  Scarica l'intervento della dott.ssa Salamanca (Inglese)
pdf  Scarica l'intervento del dott. Bilardi (Inglese)

La professorresa Salamanca è rappresentante associata di Ginevra e professoressa di Diritto Internazionale all'Università di Valladolid. Nel suo intervento, dal titolo pdf  La Solidarietà Internazionale e gli obblighi extraterritoriali di diritto umanitario (Inglese) , essa ha tracciato gli elementi-chiave del diritto alla Solidarietà Internazionale e l'importanza di una sua introduzione all'interno del Diritto Internazionale. Ha inoltre ricordato come gli obblighi del diritto umanitario abbiano un'applicazione extraterritoriale che, atte a garantirne il rispetto, la protezione ed il perseguimento a livello universale.

NHs input to DandanLa professoressa Salamanca ha infine concluso il suo intervento con due importanti considerazioni: è impossibile ottenere il rispetto universale dei Diritti Umani senza rivolgere obblighi internazionali che includano la prospettiva extratterritoriale e l'emergere di un consenso crescente circa la formulazione degli obiettivi degli strumenti atti alla tutela del diritto umanitario e circa l'interpretazione che ne danno i diversi organi e tribunali internazionali.

Un ulteriore contributo di New Humanity è venuto dal professor Davide Bilardi, rappresentante aggiunto di tale ONG a Ginevra e professore in Relazioni Internazionali presso l'Istituto Universitario Sophia. Centrale nel suo pdf  Intervento (Inglese) , l'appello a fondare su nuove basi il sistema delle Relazioni Internazionali. Se esso è infatti finora rimasto troppo attento alla singola auto-tutela, va invece ora basato su una politica del "prendersi cura" tra gli Stati.

Come suggerito in conclusione del suo intervento, una dichiarazione sulla Solidarietà Internazionale, anche se fondata su strumenti di diritto non vincolanti, potrebbe sostenere notevolmente un tale cammino, portando un nuovo e fondamentale contributo nel dibattito internazionale.

  • Simple Item 3
  • Simple Item 4
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Contatti

contatti Scrivici

Trovi qui i nostri contatti

sitemapMappa del sito

vedi la struttura del sito per trovare quello che cerchi

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.