Giovani

  • Progetti Internazionali: Cercasi volontari nei campi rifugiati in Giordania

    Lascia la TV e trascorri la tua estate in un centri di accoglienza di Caritas Jordan

    7-19 agosto 2016

    Host SpotL'attuale crisi dei rifugiati in Europa, l'importanza dei social media per diffondere una cultura della comprensione e promozione dei diritti umani, il desiderio di avere una profonda consapevolezza delle reali difficoltà che i rifugiati affrontano porterà i giovani di New Humanity con altre associazioni di 9 paesi europei e del Medio Oriente in Giordania per fare un’esperienza di volontariato presso i centri di accoglienza profughi di Caritas Jordan dal 7-19 agosto 2016.

    Unisciti a loro, scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Progetto HOST SPOT, Fase 1: Volontariato nei campi profughi in Giordania

    HOST SPOT Madaba Desalvo7 - 19 agosto 2016

    Campo di Madaba, Giordania

    55 giovani di diversi Paesi europei e mediorientali per la prima tappa del progetto "Host Spot", che si è svolta presso il centro di accoglienza rifugiati di Madaba (Giordania), a Gerusalemme e nei Territori palestinesi.
    La testimonianza di Marco Desalvo, Presidente di New Humanity.

    Leggi qui

  • Progetto HOST SPOT, Fase 2: Acquisire gli strumenti comunicativi

    HOST SPOT Germany12 – 17 marzo 2017

    Bad Urach, Germania

    18 giovani di 5 paesi europei e del Medio Oriente si sono riuniti a Bad Urach (Germania), dal 12 al 17 marzo, per la seconda tappa del progetto Host Spot, promosso da New Humanity e Starkmacher, insieme ad altre associazioni, e co-finanziato dal programma  Erasmus+ (UE).
    Obiettivo dell'incontro, sviluppare nei giovani delle  competenze tecniche nel campo della comunicazione e della produzione di documentari sociali.

    Leggi tutto

  • Progetto HOST SPOT, Fase 3: Pianficare la diffusione di una cultura di pace

    HOST SPOT Alessandria28 ottobre – 2 novembre 2017

    Alessandria, Egitto

    Si è tenuto dal 28 ottobre al 2 novembre 2017 ad Alessandria di Egitto la terza fase del progetto HOST SPOT.

    L'iniziativa era promossa da diverse ONG e Associazioni, tra le quali Associazione Internazionale New Humanity (Italia), Starkmacher EV (Germania), Caritas Jordan (Giordania), VACA (Palestina), Jesuit Cultural Center (Alessandria), Associazione bNET (Italia) FUNDACIÓN IGINO GIORDANI (Spagna), Focolari Trust (Irlanda), ÚjVárosAlapítvány (Ungheria) e Non dalla guerra (Italia).

  • Progetto HOST SPOT: I video prodotti dai giovani durante il progetto

    HOST SPOT VideoTra gli obiettivi principali del progetto HOST SPOT vi era sen'altro quello di fornire ai giovani coinvolti la competitività e il know-how nel campo della produzione di documenti di tipo sociale per imarare a documentare e registrare le storie personali degli immigrati e la vita quotidiana dei rifugiati nei campi allo scopo di allargare le opzioni che l'opinione pubblica prevede per trattare con gli immigrati e rifugiati.
    Presentiamo di seguito i video realizzati nel corso del progetto.

  • Progetto Milonga: cambiare il mondo è nelle tue mani

    Partner Meeting MILONGA5 – 11 agosto 2017, Mariapoli Ginetta, Brasile

    Riunione dei Partner di MILONGA

    Dal 5 all’11 agosto, presso la Mariapoli Ginetta in Brasile, si sono riuniti i referenti di 8 cittadelle internazionali dei Focolari e di varie ONG per condividere le strategie per un ulteriore sviluppo del network, approfondendo aspetti strategici e gestionali del programma di volontariato internazionale Milonga.

  • Querétaro: Due giovani di N.H. al 6° Forum delle ONG partner dell'UNESCO

    "Ci impegnamo a vivere la Regola d'oro"

    Querétaro (Messico), 3-4 Novembre 2016

    NH Messico 5 revisedNancy Avila e Abraham Arzola, due Giovani per un Mondo Unito - sezione giovanile di new Humanity- hanno rappresentato tale ONG durante i lavori del sesto forum internazionale delle ONG in paternariato ufficiale con l'UNESCO che aveva per tema "dalla promozione alla costruzione della pace con le ONG".

    Davanti ai rappresentanti di 50 ONG, i due giovani messicani hanno presentato le varie attività e progetti che i Giovani per un Mondo Unito promuovono in tutto il mondo per la promozione della pace.

  • Quito: La Settimana Mondo Unito 2016 inizia dall'Equador

    Settimana mondo Unito dei Giovani per un Mondo Unito

    1 - 10 maggio 2016

    UWW 2016 in Quito"Collegare culture - Un cammino per la pace" è il titolo dell'evento principale della Settimana Mondo Unito (SMU) che si è svolto quest'anno nella capitale dell'Equador. Dopo il terremoto che ha colpito duramente il Paese andino, un'occasione per far "gridare con più forza la pace e l’unità per i nostri popoli.
    Come ogni anno, i Giovani per un Mondo Unito - realtà giovanile di New Humanity - hanno poi promosso nel mondo intero una miriade di iniziative volte a rendere visibile la cultura della fraternità. Quest'anno il filo conduttore è stata l’interculturalità: entrare in dialogo con le diverse culture e riconoscere, in tutte, quella pari dignità che ci fa uguali.

    Leggi di più sul sito dei Giovani per un Mondo Unito

  • Roma: La seconda fase del Progetto Cayrus insegna ai giovani a "Lanciare la Pace"

    Lanciare la pace

    Seconda fase del progetto Cayrus

    Cayrus project II Rome

    Si è svolta dal 21 al 25 ottobre 2015 a Castelgandolfo (Roma) la seconda fase di Cayrus, il progetto co-finanziato dal programma Erasmus+ e promosso da New Humanity.

    Dopo una prima fase in Egitto a maggio, questo secondo appuntamento ha avuto come tema"Lanciare la pace":
    i 60 giovani coinvolti (da 8 Paesi dell'UE e del Medio Oriente) hanno imparato a promuovere attivamente progetti e campagne per la pace.

  • Tempo di bilanci per il Progetto Let's Bridge

    Tempo di bilanci per il progetto Lets BridgeSi conclude in questi giorni il progetto Let's Bridge, promosso da New Humanity e cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programmaYouth in Action. Dal 2012 al 2014 esso ha coinvolto quasi 2000 giovani di cui 500 svantaggiati - attraverso Iniziative Giovani, Scambi e Seminari - familiarizzandoli con i valori di un Europa comune e stabilendo una rete stabile a livello europeo.

    Vai al portale del progetto

  • United World Project: i Giovani per un Mondo Unito portatori ed "osservatori" della fraternità in tutto il mondo

    United World Project limpegno dei Giovani per un Mondo UnitoCon lo United World Project, i Giovani per un Mondo Unito (realtà giovanile di N. H.) s'impegnano promuovere gli ideali della "Regola d'oro" ("fai agli altri ciò che vorresti fosse fatto a te") e dell'Ubuntu ("Io sono perchè noi siamo").
    Il progetto chiede ad ogni membro della società l’impegno a vivere in prima persona per la fraternità e di farsi osservatore della realtà, alla ricerca di "buone pratiche" che contribuiscano a far crescere nel mondo la cultura della fraternità, fino a coinvolgere le istituzioni locali e gli organismi internazionali. In questa prospettiva saranno particolarmente sostenuti da New Humanity, ONG riconosciuta sia dall’ONU che dall’UNESCO.

    Leggi l'articolo sul sito dei Giovani per un Mondo Unito

  • United World Project: Varie Commissioni Nazionali UNESCO ricevono i giovani di New Humanity

    United World Project I giovani di N. H. da varie Comm. nazionali UNESCO. Ultimi aggiornamentiI giovani di New Humanity (Giovani per un Mondo Unito) di Slovenia, Repubblica Ceca, Messico e Costa D’Avorio sonostati ricevuti dalle loro Commissioni nazionali dell’UNESCO.
    Come già avvenuto in Francia e Uruguay, hanno presentato alle rappresentanze UNESCO dei loro Paesi lo United World Project: il grande progetto internazionale che promuove la fraterità universale a livello internazionale.
    Le loro relazioni al termine degli incontri.

  • Video: L'impegno dei giovani di New Humanity per promuovere la fraternità attraverso lo United World Project

    Video-spot UWPSul canale You Tube dei Giovani per un Mondo Unito (realtà giovanile di New Humanity) è ora disponibile la scheda di presentazione dello United World Project. Si tratta del grande progetto lanciato nel 2012 che chiede ad ogni membro della società l’impegno a vivere in prima persona per la fraternitàe raccolgie in un Atlante della Fraternità tutte le buone pratiche che agiscono in questo senso.

    You Tube Scarica il video di presentazione del Progetto

    Vai al sito del Progetto

  • Video: Let's Bridge for a United World

    Spot UWP- Fermo immagineA conclusione del Progetto Let's Bridge, New Humanity approda su You Tube con il video-spot Let's Bridge for a United World.
    Realizzato da alcuni giovani di New Humanity di vari Paesi del mondo, mette in evidenza il loro impegno nel costurire 'ponti' di fraternità con tutti, realizzando quanto espresso nell'articolo 1 della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

    You Tube Visita il nuovo canale You Tube di New Humanity

  • Youth Dice risponde a crisi economica e disoccupazione giovanile

    Un partenariato tra la società civile ed organizzazioni giovanili di 27 Paesi europei

    Logo YDDopo un anno, su conclude il progetto Youth Dice con un bilancio più che positivo.
    Promosso da New Humanity e cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programmaYouth in Action il progetto ha coinvolto 250 giovani, tra i quali quasi la metà provenienti da situazioni svantaggiate.
    Attraverso iniziative Giovani, Scambi e Seminari - familiarizzandoli con i valori di un Europa comune e stabilendo una rete stabile a livello europeo, il progetto ha cercato di essere una risposta all'attuale crisi economica europea, dando ai giovani nuova speranza e nuovi strumenti per affrontare la realtà contemporanea in maniera consapevole e partecipe.

    Vai al sito del progetto

  • Simple Item 3
  • Simple Item 4
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4

Contatti

contatti Scrivici

Trovi qui i nostri contatti

sitemapMappa del sito

vedi la struttura del sito per trovare quello che cerchi

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.