Parigi: Colloquio UNESCO sulla “Cultura del dialogo”

IMG 2750 1024x768
11.10.2011

Il Colloquio UNESCO sullaCultura del Dialogo” è un importante evento organizzato nel 2011 dalla Commissione Programmatica Mista (CPM) dell’UNESCO nell’ambito del “Dialogo tra le culture per la pace” che ha visto, tra gli interventi-cardine quello del prof. Martin Nkafu Nkemnkia, di New Humanity.

 Docente di Filosofia e Storia del Pensiero e della Religione Africana presso la Pontificia Università Lateranense e di Antropologia e Comunicazione interculturale  presso la Pontificia Università Gregoriana, nel suo intervento sul temaFormazione al dialogo interculturale – i valori aggiunti del dialogo tra culture“, il professor Nkafu Nkemnkia ha evidenziato tre livelli necessari al dialogo interculturale: relazione tra etnie di una stessa nazione, tra etnie e istituzioni statali e tra le etnie e le varie culture del mondo.

P1030914aCosì esprimendo un pensiero al centro dell’azione di New Humanity, il professore camerunense ha evidenziato quanto sia fondamentale l’aspetto dell’interdipendenza per il successo del dialogo a ogni livello.

«Solo così – ha concluso – la solidarietà può esercitarsi e diviene il più importante dei valori umani; poiché in questo caso, nulla è richiesto o atteso in cambio. Nella solidarietà fraterna, si può donare senza ricevere perchè ciò che conta è portare l’altro a uscire dalla sua condizione d’inferiorità a tutti i livelli, portandolo al proprio livello di dignità, all’uguaglianza reciproca. Tale solidarietà fraterna, è dunque il nuovo nome della pace

Tra i molti presenti, ha assistito all’intero Colloquio la sig.ra Katarina Stenou, neo-direttrice della Piattaforma intersettoriale sulla cultura della pace e della non-violenza.
«Si è così potuta instaurare una positiva collaborazione tra le varie ONG che hanno preparato il Colloquio, con la Sig.ra Stenou e l’UNESCO.» Ci ha riferito Mme Chantal Grevin, responsabile di New Humanity a Parigi.

Assieme al professor Nkafu Nkemnkia, hanno offerto il loro contributo al convegno anche il prof. Michel Sertafy, rabbino di Ris Orangis, nella periferia sud-orientale di Parigi e fondatore del progetto “AJMF“, prima associazione islamico-ebraica di Francia e l’imam Tareq Oubrou, molto noto in Francia per il suo impegno per il dialogo e la pace.

Al termine del convegno la “Commissione Programmatica Mista dell’UNESCO per il dialogo tra le culture per la pace” ha riunito in un dossier tutti gli atti del colloquio.